PARTITA INTERNA CAPRIVA 2015

Dopo un po’ di tempo abbiamo deciso di riprendere il blog e di inserire qualche commento alle partite disputate in passato. Questa è quella l’interna con il Capriva dell’undici dicembre 2015!

Ebbene nuovamente in pista. Peccato perchè la prima ci è andata buca, ma non si demorde.
Primo incontro tra le mura amiche. Saletta calda già riscaldata dalle prime ore pomeridiane. Saletta non ancora addobbata e questo forse è quello che ci ha remato contro. Le luci, i suoni ed i cottion avrebbero dato maggior impulso ad una formazione calma e remissiva nell’animo poco rock nella tecnica.
E sì che era incominciata bene. Il Tex ed il Max ci portavano sul 2 a 0. Grandi auspici aveva dato il pignarul pre natalizio nel giardino dell’eden tobaccale. Il fumo girava impazzito, nessuno si azzardava a fare previsioni. Qualche leggera e timida sentenza veniva fatta davanti ai soliti 5 caffè corretti pre gara. Poi in un turbinio di sensi e controsensi si perdeva 4 incontri di fila e si andava sotto 2 a 4.
Partite da dimenticare subito ed in fretta per i soci giocatori. Le tecniche per dimenticare codelle partite possono spaziare fra testate al muro, martellate ai zebedei, aspirazione del fumo del pignarul a bocca aperta (alle 23.30 girava ancora vorticosamente nel giardino del tobacco). L’Albi ed il Livio perdevano tragicamente i loro singoli, i due doppi franavano sotto un 3 a ovo senza ritegno.
VP sa di chi è la colpa della serata. La tecnologia questa sera era rimasta a casa. The Old Pig ha volontariamente nascosto il dispositivo tecnologico affinchè esso non si intrometta tra lui ed il gioco in atto. Ebbene il DT lo ha ripagato con l’anatema della sconfitta.

Ma tutto non era ancora perduto. Due singoli ed il doppio finale erano ancora da giocare. E qui entra in gioco il fattore blasone. VP dopo innumerevoli battaglie sa come deve pensare, tirare, contare, dire fare ecc.ecc. La spunta in enorme difficoltà, ma la spunta. Ed ora tocca a lui, colui che se vuole può tutto. Ello entra in pista e fotografa subito la situazione. Non ha il suo compare di doppio (sembra sia uno uguale a lui) e per questo fa il singolo. Già l’entrata in club è serena !! E’ gioviale ed allegro e non capiamo il perchè!! Questa sua condizione di euforia alla amma gamma lo rende una macchina in pista. Frantuma l’avversario in un secco 3 a 0, e due legs anche con buone frecce. Grande EDO !!!!
Ed ora tocca al doppio VP/Strydelfj. Gli avversari fanno un cambio al volo. VP si ritrova contro il Grion, vecchia volpe caprivese. Sarà dura. E dura è stata. Il doppio casalingo soccombe. Dalla possibilità di andare sul 2 a 0, elli si fanno raggiungere sull’uno a uno e poi soccombono 3 a 1.
Archiviata la serata pensiamo ora alla grande C. di N. Tutti i preparativi sono a buon punto e la famigerata ed oramai nota pesca del sollazzo e del grattino porterà gioia e ed euforia ai soci non solo soci.

VECCHIO PORCO FRUTTIFERO

I commenti sono chiusi.